IL LIBANO RESPINGE I PROFUGHI PALESTINESI PROVENIENTI DALLA SIRIA

Riceviamo dall’associazione Zaatar

Le autorità libanesi hanno intimato ai profughi palestinesi provenienti dalla Siria di lasciare il paese entro un mese… Questa è un azione contro i diritti umani e i diritti dei rifugiati e soprattutto quest’azione metterà in pericolo la vita di migliaia di profughi palestinesi che sono fuggiti dai bombardamenti e dalle uccisioni in Siria.
Questo l’appello disperato sulla pagina dei nostri contatti palestinesi a Yarmouk. Insieme agli aggiornamenti su arresti e nuove uccisioni, per mano di cecchini e a causa dei bombardamenti, ieri hanno arrestato un ragazzo Alaa Aboud, tre persone sono state uccise dai bombardamenti, una donna, suo marito e il loro bambino… due persone sono state uccise dai cecchini in Palestine street … esecuzione di 7 attivisti sempre a Yarmouk…. un corpo senza nome trovato a Yarmouk in street 30.
Poche ore fa sono stati trovati altri due cadaveri a Yarmouk e le famiglie non li hanno ancora riconosciuti, sempre oggi uccisi altri due palestinesi, uno a Yarmouk e uno a Hajer alaswad nei dintorni del campo morti a causa dei bombardamenti. Molti dei cadaveri non sono stati riconosciuti, appelli a far girare le foto dalla pagina FB per aiutare nel riconoscimento. Difficoltà per soccorrere i feriti e portare via i morti a causa degli spari dei cecchini… i telefoni cellulari non funzionano da stamattina.
In mezzo a tutto questo i ragazzi di Yarmouk, hanno trovato il tempo e lo spazio per ricordare Vittorio… “We will always miss you. We will never forget you. Bella Ciao, Vittorio.

فيتوريو إيرغوني 1975 – 2011
Vittorio Arrigoni 1975 – 2011

Grazie ragazzi.

Annunci
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: