ANCORA DALL’EGITTO, SUGLI SCONTRI DEL 5 DICEMBRE

Abbiamo tradotto questo articolo di Zenobia, la blogger egiziana che segue in diretta gli eventi del suo Paese e che fornisce informazioni molto dettagliate ed inquietanti. Da queste informazioni, appare evidente come le violenze siano state scatenate dai Fratelli Musulmani, aizzati dai loro dirigenti contro i manifestanti dell’opposizione, ed appaiono evidenti anche i grossolani tentativi di strumentalizzazione persino dei martiri dell’opposizione. Soprattutto, è inquietante la volontà dei dirigenti della Fratellanza di istigare i propri seguaci alla “guerra santa” contro gli oppositori.

A proposito dei Martiri degli scontri del 5 dicembre

Di Zenobia – http://egyptianchronicles.blogspot.it/

I nostri martiri ed i vostri martiri in cielo, mentre i vostri morti sono all’inferno“: si, siamo arrivati a questo grado di dialogo in Egitto.
Non so da dove cominciare, ma Egiziani hanno ucciso e ferito altri Egiziani mercoledì scorso, e la leadership dei Fratelli Musulmani sta facendo del suo meglio per usare i martiri che sono stati uccisi, compresi i martiri della Fratellanza, per alimentare la rabbia dei loro seguaci nel peggiore dei modi, anche mentendo.
Nel giro di tre giorni, la direzione della Fratellanza Musulmana ha parlato prima di 5 martiri, poi di 6 e infine di 8 (…), ma venerdì abbiamo visto solo 3 bare nella moschea di Al Azhar, nonostante ufficialmente dicessero che i morti erano 6!
La triste ironia è che Mohamed Badie, la guida suprema, ha parlato presso la sede dei Fratelli Musulmani a Moktam e dietro di lui c’era un grande poster con i cosiddetti martiri della Fratellanza. Il grande poster includeva la foto di un ferito che non è un membro della Fratellanza e che attualmente lotta contro la morte! La foto è quella di Ahmed Fassial, un dimostrante anti-Morsi, attualmente in coma perché colpito alla testa da proiettili provenienti, presumibilmente, dalla parte dei Fratelli Musulmani!

Ahmed Fassial photo

La foto di Fassial dietro Badie

Dalla parte dei manifestanti si contano almeno 4 martiri, tra cui un cristiano, membro del partito Wafd, ed anche un povero ragazzo alla cui famiglia i Fratelli Musulmani hanno detto che avrebbero pagato il funerale, a condizione che dicessero che era un membro della Fratellanza Musulmana! ! Ci sono due uomini morti viventi, in stato di morte clinica: El Hossainy Abu Deif e Ahmed Fassial, quello di cui ho parlato in precedenza. Ma noi non li usiamo per far aumentare ancora la tensione. Noi siamo arrabbiati per loro e per i martiri musulmani, morti per colpa di questo modo di fare politica! Io sono arrabbiata perché so che i diritti di questi martiri sono persi per sempre.
Nessuno ha smentito che ci siano stati colpi di arma da fuoco da entrambi i lati, ma chi è che ha cominciato e perché?
I membri della Fratellanza Musulmana sono arrabbiati per i loro caduti e si dimenticano che, secondo testimonianze registrate e video, colpi di arma da fuoco e di fucili da caccia e granate di gas lacrimogeno sono stati sparati per primi da loro, e che hanno torturato crudelmente persone per più di 12 ore. Hanno dimenticato che le telecamere hanno ripreso come loro abbiano disperso con violenza un pacifico sit- in!
Non capisco che tipo di direttive o istruzioni abbiano ricevuto, però per giorni abbiamo visto i tweet e le pagine Facebook dei Fratelli Musulmani che annunciavano letteralmente la Guerra Santa contro chi toccava la cosiddetta legittimità di Morsi. Vorrei che ci pensassero due volte se vale la pena di essere uccisi e di uccidere altri egiziani, solo perché lo dicono i dirigenti!

MB directives

Questa è la schermata dell’account Facebook di un membro della Fratellanza di Ismailia sulle direttive che ha ricevuto

Da quello che ho capito e dalle testimonianze di membri dei Fratelli Musulmani che ho letto, sembra che gli sia stato detto che c’è un complotto universale e che non devono fermarsi, anche a costo del loro sangue, per il bene di Morsi e dell’Islam!
Gli islamisti sono spaventati da una rivoluzione popolare o da un colpo di stato contro Morsi e sono pronti a morire per la paura di perdere per sempre l’occasione d’oro per governare l’Egitto. I leader dei movimenti politici islamisti in Egitto fanno il lavaggio del cervello ai loro seguaci, dicono loro che è una questione di vita o di morte, una Jihad. Questo è ciò che sta realmente accadendo.
Io credo che in una guerra civile tutti siano perdenti, ma personalmente credo che i dirigenti dei Fratelli Musulmani siano responsabili per il sangue versato! Fanno il lavaggio del cervello ai loro membri per aizzarli nel peggiore dei modi altri Egiziani.
Da due giorni fa, Yosri Fouda ha parlato con il cugino di uno dei martiri musulmani, anche lui della Fratellanza, e l’uomo gli ha detto di essere orgoglioso di suo cugino morto nel Jihad! Ma quale Jihad!?
Questa non è una sanguinosa guerra santa e non riguarda nemmeno la Sharia islamica!!!
I manifestanti anti-Morsi presso il Palazzo Presidenziale non avevano alcuna intenzione di fare irruzione nel Palazzo o di cacciare Morsi dall’ufficio presidenziale. Tuttavia, abbiamo avuto notizia del fatto che i leader della Fratellanza Musulmana diffondono voci pericolose sull’invio di direttive chiare ai governatorati di inviare propri membri al fine di ripulire Heliopolis dai manifestanti anti-Morsi!!

Annunci
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: