NUOVE STRAGI DI PALESTINESI IN SIRIA

Husseinieh Tre raids effettuati da aerei MIG hanno causato una catastrofe senza precedenti nel campo palestinese in Siria di Husseinieh. 11 persone, la maggior parte delle quali bambini, sono state martirizzate e più di 20 ferite. Al momento, il numero totale dei martiri è impossibile da verificare, perché l’intera area dell’impatto è cosparsa di corpi. Il 13 gennaio scorso, l’associazione Zaatar informava che “A Yarmouk, sobborgo di Damasco, principale campo in Siria, prosegue da 21 giorni il blocco economico, con le forze governative, poste all’ingresso del campo, che impediscono l’arrivo di qualsiasi merce, inclusi cibo, medicine e forniture energetiche. All’interno del campo invece proseguono i tiri dei cecchini: gli ultimi giorni sono stati molto sanguinosi, si riportano 4 morti nella giornata di ieri, tra cui un bambino di 3 anni, e 10 oggi (…) Scontri e bombardamenti si registrano anche nell’altro campo vicino Damasco, Husseinieh, con 4 morti e diversi feriti. I volontari del Jafra Foundation (per il quale è attiva la raccolta fondi presso il sito www.associazionezaatar.org) stanno lavorando alla distribuzione di cibo“. In questo video, i ritrovamenti dei corpi. Immagini molto dure, in attesa che l’efficiente Marinella Correggia ed il suo valido collega Francesco Santoianni dimostrino che non si è trattato di un bombardamento aereo, ma dell’esplosione di una bombola di gas da cucina.

Advertisements
Articolo precedente
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: