UNRWA: dichiarazione sull’uccisione di 12 rifugiati palestinesi in Siria

unrwa

10 febbraio 2013
Gerusalemme Est

L’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione per i Rifugiati Palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA) richiama l’attenzione sul crescente numero di morti e feriti fra i rifugiati palestinesi in Siria e ribadisce la sua grave preoccupazione per questa tendenza.
Rapporti credibili indicano che il 7 febbraio 2013 dodici rifugiati palestinesi sono stati uccisi e molti altri feriti a Yarmouk, periferia di Damasco, mentre il conflitto armato continua ad infuriare. Cinque degli uccisi erano membri della stessa famiglia. Molte delle vittime sarebbero state causate dall’uso di armi pesanti. Queste morti segnano la fine di una settimana particolarmente tragica per i profughi palestinesi in Siria, con un totale stimato di 30 uccisi. La stragrande maggioranza hanno perso la vita a Damasco e nella regione circostante.
L’UNRWA deplora l’inesorabile conflitto armato in Siria e l’estrema sofferenza che sta infliggendo ai civili, compresi i rifugiati palestinesi. In recenti dichiarazioni, l’Agenzia ha evidenziato la crisi che ha costretto un gran numero di rifugiati a lasciare i campi profughi  nella regione di Damasco per cercare scampo altrove, e la situazione di coloro che rimangono nei campi. Questi rifugiati palestinesi non sono in grado di muoversi in sicurezza, sono soggetti a severe restrizioni di movimento e devono minacce crescenti di bombardamenti e scontri armati.
Povertà e deprivazioni sono in aumento nella comunità palestinese, aggravando le vulnerabilità che esistevano già prima del conflitto in Siria, e la difficoltà di accesso al cibo ed ai servizi essenziali continua a causare gravi problemi. Questi sviluppi hanno lasciato la comunità dei rifugiati palestinesi, assieme ai loro vicini siriani, profondamente traumatizzata e timorosa per il futuro.
Per aiutare ad affrontare questa grave situazione umanitaria, l’UNRWA ribadisce la sua richiesta che tutte le parti rispettino i loro obblighi derivanti dal diritto internazionale, astenendosi dal portare il conflitto armato in zone residenziali civili e adottando misure per garantire la protezione dei rifugiati palestinesi e degli altri civili in tutta la Siria. L’UNRWA conferma anche il suo forte appello a tutte le parti ad impegnarsi seriamente per risolvere le loro divergenze attraverso il dialogo politico.

http://www.unrwa.org/index.php

 

Annunci
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: