I COMITATI DI COORDINAMENTO LOCALE IN SIRIA CONTRO AL QAEDA

lcc

I Comitati di coordinamento locale in Siria rifiutano completamente la dichiarazione del leader di Al Qaeda, Ayman el Zawahiri, in cui ha chiesto l’istituzione di uno Stato islamico in Siria.
I CCL condannano la palese interferenza negli affari interni della Siria di Zawahiri e ripetono ancora una volta che solo i Siriani decideranno il futuro del loro paese.
I CCL dichiarano ancora una volta che la rivoluzione siriana è iniziata al fine di raggiungere la libertà, la giustizia e uno Stato civile, democratico e pluralista. La nostra ambizione ed il nostro sogno di Siriani dopo il rovesciamento del regime fascista è quello di istituire un sistema basato sulle libertà pubbliche, sui diritti umani e sull’uguaglianza politica tra i Siriani. Il nostro futuro, la Siria che cerchiamo è una repubblica ed uno Stato civile che appartenga a tutti i siriani come un solo popolo, i cui membri siano uguali in diritti e doveri in conformità con il principio di cittadinanza, senza compromessi o privilegi basati sull’identità religiosa o per quanto riguarda i diritti … la Siria è uno stato per tutti i suoi cittadini.

Comitati di Coordinamento Locale

11/4/2013

Advertisements
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: