CI SIAMO: AL VIA VENERDI’ 27 MARZO IL CONVEGNO “VICINO ORIENTE: POPOLI FRA RIVOLUZIONE, DITTATURA E TERRORISMO

tunisia

Dopo un lungo e faticoso lavoro di preparazione, è tutto pronto per il convegno“VICINO ORIENTE: POPOLI FRA RIVOLUZIONE, DITTATURA E TERRORISMO”. Il convegno, che si terrà presso le facoltà di Lettere e Fisica dell’Università di Roma “La Sapienza”, in Piazzale Aldo Moro, è stato promosso da un comitato promotore formato da attivisti, bloggers ed intellettuali che ha voluto assumere il nome di Khaled Bakrawi, giovane militante siriano-palestinese del campo di Yarmouk, torturato ed assassinato nel 2013 dalla polizia del regime di Assad.
Il convegno è stato preceduto da due iniziative, tenutesi, rispettivamente, a Lettere ed a Fisica. La prima, lo scorso 27 febbraio, sul tema Giornalismo e Non-Informazione nel Vicino Oriente, ha visto gli interventi dei giornalisti Riccardo Cristiano, Cecilia Dalla Negra, Lucia Goracci e Roberta Zunini, mentre il secondo incontro, dal titolo Voci dalla Siria, è stato condotto dal giornalista italo-siriano Fouad Roueiha, con gli interventi dell’attivista siriana Amina Dachan, della palestinese Budour Hassan e del giornalista siriano di Raqqa Manhal Abdul Razak.
La prima giornata del convegno, venerdì 27 marzo a Fisica, a partire dalle 14.30, affronterà il tema delle Rivoluzioni arabe, con gli interventi di Giuseppe Acconcia, Gilbert Achcar, Laura Silvia Battaglia, Takwa Ben Mohammed, Lorenzo Declich, Cinzia Nachira, Fouad Roueiha, Renato Scarola e Michel Warschawski.
La seconda giornata, sabato 28 marzo a Lettere, a partire dalle 9.30, si articolerà intorno all’attualità nel Vicino Oriente ed al rapporto fra dittature, terrorismo e società civile, con gli interventi di Mjriam Abu Samra, Joseph Daher, Lorenzo Declich, Antonio Moscato, Cinzia Nachira, Martina Pignatti Morano, Michel Warschawski, Alberto Savioli e Lorenzo Trombetta. A metà sessione, ci sarà un coffee break a sottoscrizione per ritemprare le forze e sostenere le spese del convegno.
Sia nella prima che nella seconda giornata, sono previsti collegamenti con il Forum Sociale di Tunisi, che acquistano particolare rilevanza, alla luce degli ultimi, tragici avvenimenti. I lavori del convegno saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook del comitato “Khaled Bakrawi”, sul canale http://bambuser.com/channel/Comitato+Khaled+Bakrawi, sul sito della Freedom Flotilla Italia, www.freedomflotilla.it, e su tutti gli altri siti che vorranno collegarsi.
Il comitato promotore sta facendo ogni sforzo per garantire la massima partecipazione, a partire dalla convinzione che un momento di conoscenza, approfondimento e riflessione come quello del 27/28 marzo sia un passaggio importante per chiunque si voglia misurare con le problematiche del Vicino Oriente, mai così vicino a noi come negli ultimi tempi.
Di seguito, alcune brevi note biografiche dei relatori.

RELATORI DEL CONVEGNO “VICINO ORIENTE: POPOLI FRA RIVOLUZIONE, DITTATURA E TERRORISMO”

Università “La Sapienza” – Roma, 27/28 marzo 2015

Mjriam Abu Samra

Attivista italo-palestinese, studia Relazioni Internazionali presso l’università di Oxford. La sua ricerca analizza i movimenti studenteschi palestinesi transnazionali e il loro contributo al Movimento di Liberazione Palestinese in diversi periodi politici. Attualmente, vive ad Amman, Giordania, dove continua la sua ricerca ed insegna Politica dello Sviluppo e Politica Internazionale del Medio Oriente. E’ stata presidente dell’Associazione dei Giovani Palestinesi “Wael Zuaiter” a Roma ed è co-fondatrice e membro attivo del movimento transnazionale Palestinian Youth Movement (PYM).

Gilbert Achcar

Politologo francese nato in Libano. È professore di politica e relazioni internazionali all’Università di Parigi VIII: Vincennes – Saint-Denis e ricercatore associato al Centre Marc Bloch di Berlino, autore di saggi e attivista socialista. È collaboratore di diverse riviste politiche, tra cui “Le Monde Diplomatique”, “Monthly Review”, “ZNet” e “International Viewpoint”.

Giuseppe Acconcia

Giornalista e ricercatore specializzato in Medio Oriente. Lavora per istituti di ricerca e testate inglesi, egiziani e italiani (tra cui Al Ahram, The Independent, Il Manifesto). È laureato in Economia politica all’Università Bocconi di Milano con tesi sul movimento riformista iraniano. Ha conseguito un Master in Middle Eastern Studies alla School of Oriental and African Studies (Soas) di Londra con tesi sul ruolo dell’esercito in politica in Medio Oriente. Ha insegnato all’Università americana del Cairo e lavorato nella cooperazione euro-mediterranea. Ha pubblicato saggi tra gli altri con Il Mulino, The International Spectator, Ispi. 

Laura Silvia Battaglia

Giornalista professionista freelance e documentarista, è nata a Catania e vive tra Milano e Sanaa (Yemen). Corrisponde da Sanaa per l’agenzia video-giornalistica americano-libanese Transterra Media, e per gli americani The Fair Observer e Guernica Magazine. Per i media italiani, collabora stabilmente con quotidiani di carta stampata (Avvenire, La Stampa), network radiofonici (Radio Tre Mondo, Radio Popolare, Radio In Blu), televisione (TG3 – Agenda del mondo, Rai News 24), magazine (D – Repubblica delle Donne, Popoli, Lookout), agenzie (Redattore Sociale), siti web (TGcom 24, Lettera43, Assaman). Dal 2007 si dedica al reportage in zone di conflitto (Libano, Israele e Palestina, Gaza, Afghanistan, Kosovo, Egitto, Tunisia, Libia, Iraq, Iran, Yemen, confini siriani). Ha ricevuto il Premio Maria Grazia Cutuli 2013 come giornalista siciliana emergente. Dal 2007 insegna al master in Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano.

Takoua Ben Mohamed

Illustratrice tunisina, nata a Douz e cresciuta a Roma. Studia cinema d’animazione presso l’Academy of Digital Arts a Firenze. Ha collaborato con Village Universel, Italiani+ e collabora oggi con Rete Near. Graphic journalist, ha messo in mostra in diverse città italiane storie a fumetti su tematiche come l’infanzia sotto la dittatura di Ben Alì, la Primavera araba, i diritti umani, il razzismo, i pregiudizi e l’islamofobia. Dal suo lavoro è nato il progetto “fumetto intercultura”, presentato al Festival Internazionale del Giornalismo, TEDx Matera, NEXT a Repubblica delle Idee, all’Università di Firenze ed a Roma Tre.

Joseph Daher

Militante della Corrente della Sinistra Rivoluzionaria in Siria, assistente all’Università di Losanna, fondatore dei blog Cafè Thawra e Syria Freedom Forever. Ha scritto “Pensare l’emancipazione. Offensive capitaliste e resistenze internazionali” e “Il popolo domanda. Breve storia delle rivoluzioni arabe”.

Lorenzo Declich

Dottore di ricerca in “Civiltà islamica” ha insegnato all’Orientale di Napoli e si occupa di mondo islamico contemporaneo, collaborando con diverse testate giornalistiche, fra le quali “Limes” e “Pagina 99”. È autore di “L’islam nudo, le spoglie di una civiltà nel mercato globale”.

Antonio Moscato

Ha insegnato per decenni Storia del Movimento operaio e Storia contemporanea presso l’università di Lecce (per alcuni anni anche Storia e istituzioni dei paesi afroasiatici). La provenienza dagli studi storico-religiosi ha lasciato alcune tracce: tra i suoi libri infatti alcuni (Sionismo e questione ebraica, Chiesa, partito e masse nella crisi polacca, e Libano e dintorni. Integralismo islamico ed altri integralismi), affrontano alcuni problemi scottanti del nostro tempo alla luce di un’indagine materialista della storia, ma anche di una conoscenza specifica dell’intreccio tra religione e politica.

Cinzia Nachira

Docente dell’università di Lecce, componente della redazione della rivista “Jura Gentium”, da anni si occupa della regione mediorientale. Ha scritto articoli e saggi su questi temi anche tradotti all’estero, in particolare Francia e Gran Bretagna.

Martina Pignatti Morano

Ha fatto studi universitari di Economia Politica e ha svolto lavoro di ricerca sulla pianificazione partecipativa e l’economia nonviolenta in India. E’ stata co-direttrice della rivista di studi sul metodo nonviolento Quaderni Satyagraha e titolare di corsi universitari presso il corso di laurea in Scienze per la Pace dell’Università di Pisa. Fa parte del Board of Advisors di NOVACT, International Institute for Nonviolent Action.
È attualmente presidente dell’associazione ”Un ponte per…”  e ha promosso incontri di formazione alla nonviolenza attiva in Iraq, Giordania, Libano, Palestina e Siria.  Coordina l’Iraqi Civil Society Solidarity Initiative e partecipa, con la rete Alternatives International, al processo del Forum Social Mondiale. Rappresenta Un ponte per… nello European Network for Civil Peace Services, e partecipa ai lavori dello European Peacebuilding Liaison Office.

Fouad Roueiha

Giornalista e blogger siriano, ideatore ed autore di trasmissioni di approfondimento, speaker e conduttore. Project manager per azioni di cooperazione internazionale nel campo dei media.

Alberto Savioli

Archeologo, ricercatore presso l’Università di Udine, si occupa del conflitto siriano collaborando con il sito di informazione online SiriaLibano e con la rivista di geopolitica “LiMes”.
Ha lavorato in diversi paesi del Medio Oriente e per quattordici anni in Siria come archeologo e in un progetto etnografico sulle tribù beduine della Jazirah siriana.
Attualmente è impegnato nel “Land of Nineveh Archaeological Project”, un progetto archeologico e di protezione del patrimonio storico-artistico a nord di Mosul nel Kurdistan iracheno.

Renato Scarola

Esponente della Comune umanista socialista, impegnato nella solidarietà internazionalista e antirazzista, autore tra l’altro del libro “Umanità solidale contro il razzismo”, collabora stabilmente con il quindicinale La Comune ed è attivo nel Comitato di solidarietà con il popolo siriano di Roma.

Lorenzo Trombetta

Arabista, giornalista professionista e studioso di Siria contemporanea. Laurea in Lingue e Civiltà Orientali presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 2000, si è specializzato in lingua araba soggiornando ad Amman e a Damasco. Corrispondente ANSA da Beirut, collabora regolarmente con la rivista italiana di geopolitica Limes e con il settimanale Internazionale. Per i tipi di Mondadori, nel 2013 ha pubblicato “Siria. Dagli ottomani agli Asad. E oltre”

Michel Warschawski

Scrittore e giornalista, i suoi articoli appaiono regolarmente su International ViewpointLe Monde diplomatique, ZNet, Monthly Review, Siné Hebdo ed altre pubblicazioni. Ha fondato l’Alternative Information Center, organizzazione non governativa congiunta israelo-palestinese.

(altro…)

Annunci

VOCI DALLA SIRIA A ROMA

iniziativa siria

Proseguono le iniziative in preparazione del convegno sul Vicino Oriente che si terrà a Roma il prossimo 27/28 marzo all’università “La Sapienza”, con sessioni sulle rivoluzioni arabe, la Palestina, l’attivismo nei Paesi del Vicino Oriente ed il rapporto fra dittature e terrorismo. Il prossimo appuntamento è per giovedì 12 marzo, alle 16.00, alla facoltà di Fisica della “Sapienza”, con l’incontro “Voci dalla Siria”, in occasione del quarto anniversario della rivolta siriana contro il regime del clan Assad. Interverranno la giornalista italo-siriana Asmae Dachan e il blogger italo-siriano Fouad Roueiha, entrambi impegnati nella documentazione degli eventi siriani. Previsti anche gli interventi dell’attivista palestinese Budour Hassan, autrice di numerosi saggi sulla situazione in Siria ed in Palestina; da Damasco, Usama, noto attivista della sinistra rivoluzionaria siriana; infine, Manhal Abdul Razak, giornalista di Raqqa, la “capitale” siriana del sedicente Stato Islamico.