ISRAELE FORNIRA’ ALLA RUSSIA INFORMAZIONI DI INTELLIGENCE SULL’OPPOSIZIONE SIRIANA

Nonostante le dichiarazioni contrarie, gli attacchi aerei russi fino ad ora hanno colpito obiettivi diversi dall'Isis, comprese alcune basi dei gruppi dei ribelli anti-regime. Nella foto, un membro del Fronte Es Samyye di Aleppo.

Nonostante le dichiarazioni contrarie, gli attacchi aerei russi fino ad ora hanno colpito obiettivi diversi dall’Isis, comprese alcune basi dei gruppi dei ribelli anti-regime. Nella foto, un membro del Fronte Es Samyye di Aleppo.

Martedì 6 ottobre 2015

Israele fornirà alla Russia informazioni di intelligence sui siti dell’opposizione in Siria per facilitare le operazioni militari di Mosca, ha riferito Channel 2 TV. La rete israeliana ha detto che una delegazione di alto livello di ufficiali dell’esercito russo arriverà in Israele martedì per coordinare la cooperazione militare.
La delegazione sarà guidata dal Primo Vice Capo di Stato Maggiore, generale Nikolai Bogdanovsky, che incontrerà il suo omologo israeliano, il generale Yair Golan, nonché alti funzionari dell’intelligence militare israeliana, dell’aviazione e del Mossad. Channel 2 ha osservato che la visita segue l’incontro tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente russo Vladimir Putin, avvenuto a Mosca tre settimane fa.
Secondo il servizio, Israele presenterà ulteriori richieste ai russi in cambio di offerte “attraenti” per facilitare le operazioni militari dell’esercito russo in Siria. E’ stato inoltre rivelato che Netanyahu e Putin hanno concordato su alcuni problemi in linea di principio, tra cui un impegno russo per fermare il flusso di armi dalla Siria a Hezbollah, nonché per consentire all’aviazione israeliana di effettuare liberamente operazioni in Siria, anche in zone dove l’esercito russo è di stanza sulla costa siriana.
Alti ufficiali delle forze aeree russe e israeliane discuteranno i meccanismi per il coordinamento dei sorvoli israeliani dello spazio aereo siriano per evitare qualsiasi conflitto con gli aerei russi impegnati nelle operazioni contro i gruppi di opposizione. Verosimilmentye, Israele chiederà alla Russia di coordinare i suoi movimenti nel Mediterraneo, in  modo che non interferiscano con l’attività dei sommergibili israeliani che tengono sotto controllo Libano e Siria.
Un altro rapporto diffuso domenica da Radio Israele ha affermato che Tel Aviv fornirà informazioni vitali ai russi, nel tentativo di ridurre l’influenza iraniana in Siria.
Nel frattempo, l’ex ministro degli esteri israeliano, Tzipi Livni, ha richiesto una collaborazione diretta con l’Iran e Hezbollah, al fine di tutelare gli interessi israeliani. Il quotidiano Maariv ha citato Livni che venerdì ha detto: “Netanyahu deve capire che il mondo guarda a Iran e Hezbollah come partner legittimi nel confronto contro Daesh.” e ha avvertito che la posizione geostrategica di Tel Aviv sarà danneggiata se la leadership israeliana non si renderà conto di quello che deve fare per influenzare i cambiamenti nell’equilibrio di potere in Siria.

Articolo originale: https://www.middleeastmonitor.com/news/middle-east/21466-israel-to-provide-russia-with-intelligence-about-syrian-opposition

Advertisements
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: